Archive for luglio, 2005

30 luglio 2005

.

nel mio silenzio

un silenzio dove colori e ombre si fondono

in un caleidoscopio di luci multicolori

un suono prende forma

lentamente

un suono morbido, leggero

armonia delicata e dolcissima

lentamente

il suono

si trasforma in sinfonia

eterea come un sogno

sole che illumina

luna che abbraccia

lentamente

il suono diventa un canto

voce pura e dolce

melodia delicata

poesia della tua anima

.

<!–

–>

28 luglio 2005

Claude Monet – Sunrise

O il veleggiar del tuo caldo pensiero

sopra la mia parola

           e il tuo dormire selvaggio

           accanto al mio seno vivo;

o l’adombrarsi della primavera

quando cade il suono del seme

sulla terra feconda di parola.

Così tu sei l’esempio

         del sole mio.

 

 

Alda Merini

<!–

–>

27 luglio 2005

G. Rowell – Four Seasons

Un anno.

Era una calda serata di luglio quando decisi di iniziare questo “viaggio”. Fino ad allora mi limitavo ad essere silenziosa ed attenta lettrice di pagine ricche di emozioni e di vita vissuta. Capitava a volte che io lasciassi qualche commento. Finchè quel giorno, obbedendo al mio istinto più che alla ragione, eccomi approdare alla mia prima pagina virtuale. Non era un bel periodo quello che attraversavo e non avevo la minima idea di ciò che avrei potuto scrivere. Il mio diario l’ho realizzato giorno per giorno. Un anno trascorso tra parole e pensieri. Un anno pieno e ricco di emozioni. Un anno passato tra queste pagine a parlare di me: pensieri, emozioni, sensazioni, ricordi…restituendomi la voglia di scrivere. Oggi voglio ringraziare ognuno di Voi, amici carissimi. Uno per uno. Senza saperlo mi avete donato tantissimo. In ogni vostro pensiero ho sempre trovato tanta luce e tanto colore. Tante sfumature delicate per continuare il mio viaggio Oltre Il Tempo e Lo Spazio.

GRAZIE per ogni sorriso, ogni abbraccio ed ogni parola che avete lasciato qui per me.
Blue

<!–

–>

25 luglio 2005

  Brian Blood

Luomo e il silenzio

Come è difficile a trovarsi il silenzio.

È la voce dell’universo che parla all’universale anima che è in lui, l’uomo.

Una concordia, un’armonia inesprimibile in parole.

L’unica parola che lo soccorre, lo sente, è indicibile.

Mario Luzi

Il silenzio. Il bisogno di silenzio per ritrovare me stessa e la mia energia. Ascoltare e Ascoltarmi. Chiudermi in un angolo e lasciare tutto fuori per pochi minuti o anche ore, a volte per giorni interi. Mi fermo e aspetto…

<!–

–>

24 luglio 2005

Fa chio per te sia lestate
quando saran fuggiti i giorni estivi!
La tua musica quando il fanello
tacerà e il pettirosso!

A fiorire per te io saprò sfuggire alla tomba
riseminando il mio splendore!
E tu coglimi, anemone,
tuo fiore per leterno!

Emily Dickinson

<!–

–>

22 luglio 2005

solo acqua intorno

la tocco la sento la respiro

niente spazio né tempo

marea infinita

sale piano

come onda

riempie pieghe nascoste

      invisibili

del mio essere

flusso vitale

scorre

     incessante

dentro la pelle un brivido

<!–

–>

22 luglio 2005

Carissimi,
eccomi qui! II mio pc è guarito . E tornato in splendida forma (speriamo)!!!
Ora mi organizzo e passo a salutarvi.
Un abbraccio
Blue

<!–

–>

19 luglio 2005

Cari amici,
per qualche giono sarò lontana da queste pagine. Il mio computer da ieri ha problemi di salute e necessita di cure specifiche. Ora sto scrivendo da un pc amico e non ho molto tempo, mi perdonerete se non passerò a salutarvi. Non so quando potrò tornare. Io spero presto. Se non altro almeno dopo dieci giorni riesco a vedere le mie pagine a caratteri normali
Vi lascio un sorriso e un caro saluto
Blue

<!–

–>

17 luglio 2005

Innisfree, lisola sul lago

Mi leverò e andrò, ora, andrò a Innisfree,
E costruirò una capanna laggiù, fatta dargilla e di canne,
Nove filari avrò laggiù, unarnia per le api damiele,
E solo starò nella radura ronzante dapi.

E avrò un po di pace laggiù, chè la pace discende goccia
                                       a goccia
Discende dai velami del mattino fin dove canta il grillo;
La mezzanotte laggiù è tutta un luccichio, il meriggio
                             purpurea incandescenza,
La sera è piena dali di fanello.

Mi leverò e andrò, ora, chè sempre notte e giorno
Odo lacqua del lago lambire con lievi suoni la sponda;
Stando in mezzo alla strada, sui marciapiedi grigi,
La sento nella fonda intimità del cuore.

W. B. Yeats

<!–

–>

16 luglio 2005

 A. Gockel – Moon Dance

La notte è stata molto silenziosa. Il profumo intenso dell’estate a riempire l’aria tiepida. Accoccolata sulla mia poltrona preferita ho contemplato a lungo il cielo: le stelle la cornice dei miei pensieri, la loro luce si rifletteva nei miei occhi mentre la luna accarezzava il mio viso. In silenzio. Ascoltando solo il mio respiro e il battito del mio cuore. Ho chiuso gli occhi lasciando che la pelle assorbisse questa sensazione di quieta armonia con me stessa. Avrei voluto non finisse mai…

<!–

–>