Archive for maggio, 2011

22 maggio 2011

[cauta(mente)]

 

Nel gioco degli specchi
le dita mordono le labbra.

Sillabe rosse occupano spazi bianchi
[francobolli di carezze]
nel lento decomporsi delle ore.

[ immagine Francesca Woodman ]

<!–

–>

11 maggio 2011

 


Mosse

Da coriandolo di neve a valanga, da elemosina a
scrigno,
da acino a mosto, da gradino a precipizio,
da cellula a organismo, da candela a rogo
dall'infinito succede il gigantesco, così pur'io
che uso il verbo amare.
In bocca ho una stanza di baci rinchiusi
che fanno il rumore di un alveare.
Poi il corpo si precipita alle labbra
come alla porta della città per applaudire.

Erri De Luca, L'ospite incallito

[ immagine Misti ]

<!–

–>

9 maggio 2011

Una rosa sola è tutte le rose
e proprio quella: l'insostituibile,
la perfetta, la duttile parola
incorniciata dal testo delle cose.

Potremmo mai dire in sua assenza
le nostre speranze di un tempo
e le teneri intermittenze
in questa incessante partenza?

Rainer Maria Rilke, Le rose – Passigli Poesia

[ immagine Misti ]

<!–

–>

8 maggio 2011

 

Naufragi

Nei canali d'Otranto e Sicilia
migratori senz'ali, contadini di Africa e di oriente
affogano nel cavo delle onde.
Un viaggio su dieci s'impiglia sul fondo,
il pacco dei semi si sparge nel solco
scavato dall'ancora e non dall'aratro.
La terraferma Italia è terrachiusa.
Li lasciamo annegare per negare.

Erri De Luca, Opera sull'acqua

[immagine dal web]
 

<!–

–>