Archive for dicembre, 2012

[senza riparo]

31 dicembre 2012

[senza riparo]

ho gli occhi bagnati di cielo
e nello sguardo l’immagine sbiadita
di una cartolina mai arrivata

la misura dell’assenza è un’apnea senza riparo
– scritta sulle dita del tempo non trovato

[c’è chi]

29 dicembre 2012

C’E’ CHI

C’è chi meglio degli altri realizza la sua vita.
È tutto in ordine dentro e attorno a lui.
Per ogni cosa ha metodi e risposte.

È lesto a indovinare il chi il come il dove
e a quale scopo.

Appone il timbro a verità assolute,
getta i fatti superflui nel tritadocumenti,
e le persone ignote
dentro appositi schedari.

Pensa quel tanto che serve,
non un attimo in più,
perché dietro quell’attimo sta in agguato il
dubbio.

E quando è licenziato dalla vita,
lascia la postazione
dalla porta prescritta.

A volte un po’ lo invidio
– per fortuna mi passa.

Wislawa Szymborska – da Basta così, Adelphi

[…]

24 dicembre 2012

NEL SONNO

Ho sognato che cercavo una cosa,
nascosta chissà dove oppure persa
sotto il letto o le scale,
all’indirizzo vecchio.

Rovistavo in armadi, scatole e cassetti,
inutilmente pieni di cose senza senso.

Tiravo fuori dalle mie valigie
gli anni e i viaggi compiuti.

Scuotevo fuori dalle tasche
lettere secche e foglie scritte non a me.

Correvo trafelata
per ansie e stanze
mie e non mie.

Mi impantanavo in gallerie
di neve e nell’oblio.

Mi ingarbugliavo in cespugli di spine
e congetture.

Spazzavo via l’aria
e l’erba dell’infanzia.

Cercavo di fare in tempo
prima del crepuscolo del secolo trascorso,
dell’ora fatale e del silenzio.

Alla fine ho smesso di sapere
cosa stessi cercando così a lungo.

Al risveglio ho guardato l’orologio.
Il sogno era durato due minuti e mezzo.

Ecco a che trucchi è costretto il tempo
dacchè si imbatte
nelle teste addormentate.

Wislawa Szymborska – da Basta così, Adelphi

_____

Auguri di luce a Voi tutti.

[14 dicembre 2012]

16 dicembre 2012

Il silenzio bianco mi riempie gli occhi…e lascio che sia…