Archive for the 'graffi' Category

[finestra sul tempo sospeso]

2 luglio 2014

finestra

 

Scavo a mani nude nella polpa dei pensieri.
Le parole non dette si frangono sulla curva di una strada in salita che ghermisce con le sue dita roventi la pelle del cuore.
Faccio nido alle vele bianche del tempo sospeso, preparo nicchie di colore e profumi e sapori a me cari, ne aspiro a piene mani e gioco con la fantasia appesa ai rami del cielo.
Batte la luna oltre le pareti del buio e nel silenzio dei desideri appaiono gocce di luce che mi accarezzano lo sguardo.
Gocce che si posano sul viso bagnato di solitudine.

 

[ immagine di Misti ]

[una forma nuova]

27 giugno 2014

cielo che urla

 

Sulle mie dita forgiate da un forma nuova,
il seme del dolore intinge lo sguardo
nella paura di guardare ciò che non voglio vedere.

Una nuova forma.
Che non mi appartiene e non sento mia.
Pelle che non sa come arrivare al cuore.
Pelle cucita con fili che scavano l’anima.

 

[ immagine di Misti ]

[…]

14 giugno 2014

scrivere sull'acqua

annaspo in un guscio vuoto
tra parole ridondanti e frasi
scucite dagli orli del silenzio

 

[ immagine di Misti ]

[senza riparo]

8 dicembre 2013

 

 

Una stretta verticale costringe il pianto in un nodo di paura:  fa rumore il silenzio quando cade sui rami spogli del domani. È senza colore la poesia del tempo perduto, un canto che si scioglie in un bicchiere di malinconia e il dolore lacera fiducia e spezza certezze.

Fotogrammi sbiaditi di una storia senza fine mi abitano la pelle, vestono un abito prezioso, dagli orli strappati. Senza possibilità di riparo.

 

[immagine dal web]

[enfance]

28 settembre 2013

ENFANCE

Per ogni volta che un uomo strappa con forza
da indosso i tessuti di un sogno,
per ogni silenzio ancora nascosto
in un pensiero di voci e odori,
per tutte le pure del buio,
per quella pelle che non si lava mai,
nemmeno sotto la pioggia della stagione di una donna,

per disegni che non raccontano,
per le minacce fatte con una carezza,
per occhi che non giocano più,
per segreti che trattengono anche le nuvole,
per la diffidenza che non si cancella,
per un corpo che trattiene l’infamia della violenza.

Per tutto questo,
e per le notti che disegnano
notti anche nella luce del giorno
io non perdono
chi ha strappato di una bambina
il sogno.

Beatrice Niccolai, Futuro Interiore

[immagine dal web]

[la canzone del sole]

17 agosto 2013

 

[ radio gaga ]

5 luglio 2013

[senza riparo]

31 dicembre 2012

[senza riparo]

ho gli occhi bagnati di cielo
e nello sguardo l’immagine sbiadita
di una cartolina mai arrivata

la misura dell’assenza è un’apnea senza riparo
– scritta sulle dita del tempo non trovato

[e siamo così]

25 marzo 2012

 

[e siamo così]

minuscoli

– in questo tempo che toglie

minuscoli

– e appesi a fili d’incosistente memoria

 

 

[immagine foto_di_signorina]

 

 

 

29 ottobre 2011

[ apnea emotiva ]
 

mastico fatica e assimilo disagio.
l’affanno è un artiglio che scarnifica la misura delle ore.
graffi su ferite (ancora aperte) e umani limiti a comporre la voragine di incapacità creata.
cucio parole  di bene nella speranza che arrivino là dove vorrei che fossero, dove il bisogno chiama.
il ritorno è una fiamma in cui abita il cuore della solitudine…mani a perdere, nella quotidiana farsa messa in scena in un teatrino di maschere vuote.


[ immagine Francesca Woodman ]

<!–

–>