Archive for the 'note a margine' Category

[…]

22 maggio 2014

cuore

La vita non è uno scherzo.
Prendila sul serio
come fa lo scoiattolo, ad esempio,
senza aspettarti nulla
dal di fuori o nell’al di là.
Non avrai altro da fare che vivere.

La vita non è uno scherzo.
Prendila sul serio
ma sul serio a tal punto
che messo contro un muro, ad esempio, le mani legate,
o dentro un laboratorio
col camice bianco e grandi occhiali,
tu muoia affinché vivano gli uomini
gli uomini di cui non conoscerai la faccia,
e morrai sapendo
che nulla è più bello, più vero della vita

Prendila sul serio
ma sul serio a tal punto
che a settant’anni, ad esempio, pianterai degli ulivi
non perché restino ai tuoi figli
ma perché non crederai alla morte
pur temendola,
e la vita peserà di più sulla bilancia.

Nazim Hikmet, Poesie d’amore – Ed. Mondadori

 

[ immagine di Misti ]

[mélancolie]

29 gennaio 2014

 

Malinconia.
Disegna spazi sconosciuti.
Scrive nuove  proporzioni sulle pagine strappate della gioia.
Non ha senso sciogliere i nodi del ricordo in una tazza di stelle.
La luce confonde le parole e i pensieri muoiono sulle labbra secche della poesia.

 

[ immagine di Misti ]

[con gli occhi chiusi]

30 novembre 2013

 

Occhi chiusi sul nulla.
Nelle maglie di un’ombra, sfoglio le pagine di un’assenza.
È nelle parole il senso dell’attesa.
Rammendo sillabe strappate a sguardi bambini e la memoria abita spazi bagnati di rosso.
Le note di una canzone scrivono la forma di gesti senza tempo e senza spazio, a disegnare il bisogno di carezze perdute.

 

[ immagine di Misti ]

[meraviglioso]

10 agosto 2013

 

[sulle labbra della luna]

27 luglio 2013

 

Sulle labbra della luna
Ascolto suoni e colori di memorie lontane

 

[immagine di Misti]

[sillabe]

15 luglio 2013

[immagine Olive Cotton]

 

Sillabe – in fila
sul pentagramma della malinconia
scrivono il confine dell’assenza.

Sillabe – in fila
note brevi raccolte in un silenzio bianco.

Sillabe – in fila
giacciono abbandonate tra le righe di una preghiera.

Sillabe – in fila
parole mute cucite nelle pieghe dell’oscurità.

 

 

[#parole]

30 marzo 2013

Intingo le dita in un catino dei pensieri e nutro il mio sguardo di immagini.
Il fraseggio dei colori è parola di Poesia – a colmare il silenzio dell’anima.

[immagine Misti]

[…]

24 gennaio 2013

I pensieri.  – Le mani.

Le idee.  – Gli occhi di un bambino curioso.

Un nuovo tempo e nuove pagine da riempire.

Nei margini smossi di un’immagine sbiadita – impressa nella memoria.

[ foto di Mila Kucher ]

[cade]

13 gennaio 2013

Cade.

Dal grembo maturo di un amore.

La fragile forma della parola.

[immagine Misti]

[poesia]

10 gennaio 2013
Poesia: il luogo dove incontro ciò che non è nella memoria ma sorge da una specie di istinto, sotterraneo, creativo. Riconoscimento di qualcosa che non so di sapere; qualcosa che so solo mentre scrivo, quando una poesia comincia a prender forma, ad asserire una realtà, sorprendente ma stranamente familiare.
 
Marta Cooley, L’archivista – ed. Guanda